Evitando il Default

 

Cinque anni dopo la crisi finanziaria americana che ha scatenato una recessione globale la paura di un default degli USA si appalesa, fra l’intransigenza delle parti che ancora non trovano un accordo. Sono incagliate in una guerra ideologica Repubbliani e Democratici e alzano ancora una volta la posta in gioco paventando la catasftrofe mondiale se  entro il 17 di Ottobre non si arrivasse ad un accordo perche’ allora gli Stati Uniti andrebbero in default. Il pericolo sarebbe non piu’ di una recessione economica ma di una depressione catastrofica. Le  ripercussioni  in campo internazinale di questo braccio di ferro pero’  si sentono gia’. Obama  ha rinunciato all’incontro dei paesi del Pacifico lasciando campo libero alla Cina fra la soddisfazione di Putin che ha commentato sardonico  “Se avessi i problemi di Obama rimarrei anche io a casa”. Anche le trattatative sul grande accordo commerciale con l’Europa sono praticamente ferme grazie allo shutdown che ha ridotto lo staff delle agenzie governative americane all’osso. Manca poco piu’ di una settimana prima di un possibile default americano, per Obama e Bohener il tempo stringe ma ognuno di loro puo’ decidere di cambiare le sorti del mondo, tutti gli altri invece possono solo attendere.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *