Faccia a Faccia

mccain_obama_debate

Da quando il giovane e prestante John Kennedy sbaraglio’ il veterano Richard Nixon nel primo dibattito presidenziale della  tv, gli scontri fra i candidati alla presidenza si sono trasformati in una performance quasi cinematografica alla conquista del gradimento di un pubblico distratto ma implacabile,  dove l’apparenza si sovrappone spesso alla sostanza. Ecco perche’ Obama e Romney sono in ritiro da giorni per prepararsi al primo fra i tre dibattiti presidenziali di questa tornata elettorale. Una grande occasione per esporsi al pubblico e farsi scegliere dagli elettori. Ma come insegnano i dibattiti in tv, ogni errore potrebbe essere fatale e basta un solo gesto, una distrazione una semplice gaffe a vanificare lo sforzo di una campagna elettorale estenuante e dispendiosa- E’ giusto quindi che in un contesto cosi’ serrato e con una posta in gioco cosi’ alta dettagli come una cravatta sbagliata o un gesto di stizza diventino cosi’ significativi da distruggere definitivamente le aspirazioni presidenziali? Implacabili dettano legge  le telecamere che seguono tutto, trasmettono tutto e sopratutto non socchiudono mai gli occhi…

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

8 risposte a “Faccia a Faccia

  1. Per eloquenza e prontezza, Obama vince facilmente. Negli USA, pero’ mi sono accorto che contano anche altre due cose, la presenza fisica e le tasse. Bisognera’ vedere se Romney si pettinera’ adeguatamente e come attacchera’ Obama sulla riforma sanitaria che e’ costata molto a tutti gli americani, anche se a mio avviso, andava fatta.

  2. Qui in America hanno visto un incontro nel quale Obama e’ uscito perdente . Si fara’ dura risalire, le tasse hanno un loro grande peso.

  3. Fosse stata la prestanza fisica. Obama le orecchie da Dumbo le ha sempre avute, solo che l’altra sera si sono improvvisamente trasformate in quelle di un cocker. Certo, quando si trattava di intortare la gente riempendosi la bocca di We Can era tutto facile… le cose hanno cominciato a complicarsi quando un paio di milioni di americani hanno marciato su Washington contro la sua riforma sanitaria socialistica. Ma cosa poteva vantare, adesso, dopo ben 4 anni se non di avere solo spinto su una riforma sanitaria che favorisce le industrie farmaceutiche e la burocrazia spaventosa di un meccanismo peggio di quello italiano, in 4 anni ha solo favorito le banche del suo segretario del Tesoro, quel Tim Geithner amico delle banche, in 4 anni ha solo pensato a creare un sistema di potere basato su di lui, la Pelosi e Reid, i due comunisti, in 4 anni ha solo soddisfatto il suo smisurato narcisismo, a partire dall’avere trescato per un Nobel per la pace che non si sa per cosa gli è stato assegnato, in 4 anni ha solo favorito l’Islam ovunque ha potuto, e in 4 anni ha solo fatto diventare più poveri America ed americani, trascinandoci dietro buona parte del mondo occidentale. Era giusto che nel confronto televisivo guardasse a terra verso le sue costosissime scarpe da nero arricchito, ma sempre in basso. Se negli altri due dibattiti Romney dimostrerà d’essere un realista e un pratico, come è stato questa volta, probabilmente il 6 novembre prossimo vincerà le elezioni, e forse il mondo, non quello falso degli Obama e dei Monti, potrà ricominciare a a crescere.

    • Catasfromismo? Hai idea Alex di quello che sia successo qui? Hai visto le immagini? La distruzione? La disperazione? hai sentore del fatto che ci siano ancora persone al freddo e al buio? Striscia fa il suo lavoro ma questa volta ha sbagliato- Non ho visto la clip in questione, quello che so che l’uragano ha ucciso piu’ di 100 persone e continuano a trovarne altre. La devastazione di Sandy che ha spazzato via gente che pensava di affrontare con leggerezza l’Uragano. Io ero li ho, visto ho sentito e ho riportato. Mi dispiace ma a fronte di quanto e’ accaduto e’ stata Striscia a minimizzare.

  4. Concordo MariaLuisa, conosco ho una conoscenteche abita a New York e ultimamente Striscia sta un po’ andando fuori dai binari ed è poco “affidabile”. Mi ha deluso non poco. Se si deve dubitare anche di Striscia siamo messi male… ma per l’audience…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *