Sotto gli Occhi

mail

Dopo 18 mesi  di disordini sfociati in una truculenta guerra civile, il regime di Assad ha i giorni contati ma gli americani non sanno ancora chi e cosa verrà dopo di lui. Dopo mesi di indecisione, preoccupati  ora delle infiltrazioni di Al Quaida fra i ribelli,  gli Stati Uniti  hanno  abbracciato la strategia del leading from behind,  del pilotare dal dietro, trovata strategica dell’amministrazione Obama, già  utilizzata nei confronti  dell’Egitto e della Libia. La situazione siriana è complicata: certo, una potenza con le armi chimiche è un tassello cruciale nel contesto geopolitico internazionale dalla quale stare lontani perchè complessa, difficile, pericolosa, dalle infinite ramificazioni.  Dopo decine di migliaia di morti  fra civili, donne e bambini, l’urgenza di una qualsiasi azione decisa avrebbe dovuto essere incalzante, mancano invece le informazioni che sono incomplete. La CIA  non ha una presenza  in Siria, lamentano gli analisti, e  gli Americani devono appoggiarsi ai servizi segreti stranieri mentre non si intravede ancora lo scenario del dopo Assad. Eppure l’amministrazione Obama ha avuto tempo e  soprattutto tante immagini raccapriccianti sulle quali riflettere per concertare una strategia ma ha ritenuto di “pilotare da dietro”,  mentre davanti ai  suoi  occhi, come ai nostri , si assisteva al massacro.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

14 risposte a “Sotto gli Occhi

  1. si divertono con quelle patetiche olimpiadi (come fate ad organizzare dei giochi quando la gente in siria chiede aiuto?) e la gente muore, massacrata da un nuovo hitler, pazzo e maniaco con il collo a giraffa.
    Le olimpiadi andavano fermate e il papa, invece di stare bello affacciato al balcone a dire frasi ridicole, avrebbe dovuto muovere il sedere e andare li: magari finiva ammazzato, ma avrebbe potuto fermare la guerra e sarebbe stato ricordato in eterno. Invece nessuno si ricorderà di lui, invece di tutti questi morti, ci ricorderemo tutti.

  2. Non ho parole. Ma perchè devono succedere ancora queste cose!!!La storia non ci ha insegnato abbastanza!!!. Tutti a guardare e nessuno fa niente. La Chiesa l’America la Nato l’Onu ma dove sono!!!!Ma se un domani succedesse a noi tutto questo, ai nostri figli. Ma non pensiamo a queste cose!!!!. Non capisco è uno schifo.

  3. vergogna,vergogna un paese civile non può accettare la vista di queste immaggini raccapriccianti….si tratta di bambini uccisi come animali.vergognamoci tutti che accettiamo inermi senza fare nulla questa ferocia

  4. Dio mio, come possono esistere ancora delle guerre orribili come queste…!!!!!! non riuscirò mai a togliermi dalla mente quelle immagini di bambini massacrati e uccisi senza pietà…povere anime innocenti, che colpe hanno??? qualcuno deve fare qualcosa, non possono non fermare questo orrore!

  5. Dove sono i pacifisti .. quelli che erano contro l’intervento in Libia da parte della Nato, Di Pietro, Diliberto ecc.., perché non trovano una soluzione loro, perché non scendiamo tutti in piazza a chiedere a chi può di fermare con tutti i mezzi questo massacro? . La verità è che siamo tutti egoisti. Non siamo disposti a rischiare la vita di un solo ns. militare per quella di centinaia di bambini e persone inermi. La verità è che migliaia di morti siriani (donne e bambini compresi) non ne valgono uno occidentale. Chi può fare qualche cosa per evitare tutto ciò e non lo fà ne é complice. Noi abbiamo la forza e la capaciatà per fermare tutto questo ma non lo facciamo e ce ne dovremmo vergognare.

  6. War… War never changes! Voi non avete capito nulla!
    Anime belle, sdegnate di fronte a delle foto di bambini morti!
    La colpa è di Assad?
    Siete sicuri che i morti li abbia fatti lui o i suoi uomini?
    Sapete chi ci può essere dietro ai ribelli del FSA ?
    Islamisti! al-Qaeda! i tagliagole di Allah!
    Gente che per ritorno mediatico mette le donne e i bambini come scudi umani.
    O li piazza di fianco a postazioni missilistiche e di artiglieria.
    Ma che ne sapete voi, abituati a tenere il vostro culo su una poltrona e gli occhi in un monitor…
    E a bervi tutto quello che i mainstream media vi raccontano…

  7. risposta a laura: qualcuno deve fare qualcosa???? qualcuno chi??? ma nn vi siete resi ancora conto che noi nn siamo affatto rappresentati da nessuno , chi sa cosa succede e nn lo sappiamo , io sono atea ma penso che per far finire tutto questo ci vorrebbe un nuovo bing bang…..una pulizia totale….ma Dio dov’è??? poveri angeli…………i commenti nn servono ci vuole un azione e l’ azione la facciamo noi ….il popolo……altro che storiA……….

  8. Che disastro, che vergogna….
    io guardo queste foto e sto male.
    Non riesco più a comprendere tanto dolore , tanto orrore e così tanta violenza.
    qui parliamo di una terra senza quelle risorse minerarie che interessano all’occidente?
    Ne siamo convinti? no so , a volte penso che chi è più furbo tace :tanto si sbranano tra di loro
    e dopo gli avvoltoi , quatti quatti arrivano..ricostruire un paese è sempre un guadagno…
    e secondo voi la Cina non sta mettendo le mani dappertutto????INGENUI..
    e la cara Russia di Putin sta a guardare secondo voi? ci credete ancora???
    noi non abbiamo nessuna capacità di fermare questo…perchè siamo noi a sostenere
    questo massacro, perchè contro certi giganti si fa solo finta!!!!!

  9. Ma perché la nato, il papà, l’onu non fanno niente?
    MA PERCHè INVECE DI CONTINUARE A SCRIVERE CHE TUTTTI NON FANNO NIENTE, INIZIASTE VOI A FARE QUALCOSA, NON SEMPRE I PAPI I PRESIDENTI E L’ONU E LA NATO E L’FBI E LA CIA…
    VOI CHIACCHIERONI, VI SIETE MAI CHIESTI: MA IO CHE COSA POSSO FARE DI CONCRETO, ANZICHè CONTINUARE A DIRE CHE L’ONU E LA NATO ECC. NON FANNO NIENTE?
    siete come le pecore, tutti uguali bla bla bla…
    La responsabilità civile di quello che accade nel mondo, non è solo dare colpe agli altri, ma dovrebbe essere il fatto di interrogarsi noi stessi. Che posso fare io? Ho mai fatto qualcosa?
    Insomma, alla fine, ci guardiamo le foto strazianti dei poveri bimbi uccisi e subito addossiamo le colpe,
    troppo facile così, in questo senso e in questa direzione il mondo deve ancora crescere

  10. Sì, una trovata geniale dell’abbronzato di attaccare Egitto e Libia per poi vedere com’è andata a finire: in mamo alla fratellenza musulmana!.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *